Ipercolesterolemia
Cuore
Forum Cardiologico
Xagena Mappa

Entresto, un farmaco che può modificare profondamente il decorso dello scompenso cardiaco con ridotta frazione di eiezione


L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ), mediante una procedura registrativa rapida, ha approvato negli Stati Uniti Entresto, una combinazione di Sacubitril e di Valsartan (nota anche con la sigla LCZ696 ).
Entresto è il primo farmaco ad aver dimostrato un beneficio sulla mortalità quando è stato confrontato con Enalapril, lo standard di cura, nei pazienti con scompenso cardiaco.

Il farmaco, sviluppato da Novartis, è ritenuto da molti cardiologi un game changer, un farmaco che può modificare profondamente il decorso dello scompenso cardiaco con ridotta frazione d’eiezione.
Oltre a ridurre la mortalità per insufficienza cardiaca, Entresto ha diminuito anche i ricoveri per scompenso cardiaco.

Visti i brillanti risultati dello studio PARADIGM-HF, l’FDA aveva concesso la revisione prioritaria e la designazione fast track a Entresto.

Sacubitril è un inibitore della neprilisina che aumenta i livelli ematici dei peptidi natriuretici, mentre il Valsartan è un antagonista del recettore dell’angiotensina ( anche noto come sartano ), già ampiamente utilizzato in ambito cardiologico.

Nello studio PARADIGM-HF Entresto, che è stato somministrato a una dose di 200 mg due volte al giorno, è risultato superiore all’Ace inibitore Enalapril 10 mg due volte al giorno nel ridurre la mortalità per qualsiasi causa ( 711 pazienti contro 835, p inferiore a 0.001 ). Un totale di 4187 pazienti sono stati trattati con Entresto e 4.212 con Enalapril.
Inoltre, i pazienti che avevano ricevuto Entresto hanno presentato una più bassa probabilità ( -21% ) di essere ricoverati in ospedale per insufficienza cardiaca ( p inferiore a 0.001 ).

Gli eventi avversi più comuni osservati con la combinazione Sacubitril e Valsartan sono stati: ipotensione e iperkaliemia. Il farmaco non è pertanto indicato nei pazienti con alti livelli di potassiemia.
La combinazione Sacubitril e Valsartan non è stata studiata nei pazienti con insufficienza cardiaca associata a insufficienza renale.
Entresto non deve essere somministrato assieme agli Ace inibitori.

Il trattamento con Entresto può aiutare le persone con scompenso cardiaco a vivere più a lungo e in modo più attivo. ( Xagena )

Claudio Ferri – Università de L’Aquila – Dipartimento di Medicina Interna e Nefrologia

Xagena_Medicina_2015



Indietro

Headlines

Nello studio in doppio-cieco, PARADIGM-HF, che ha coinvolto 8442 pazienti, il gruppo assegnato alla combinazione Sacubitril e Valsartan ( Entresto ) ha presentato una riduzione del 20% dell'endpoint p ...


Secondo i ricercatori della Georgetown University Medical Center ( GUMC ) e dei National Institutes of Health ( NIH ), un farmaco utilizzato per trattare l’ipertensione ha ridotto, in laboratorio, il ...


Ai dati preliminari forniti dal National Institutes of Health ( NIH ) sul Systolic Blood Pressure Intervention Trial ( SPRINT ) ha fatto seguito la presentazione e pubblicazione ufficiale di tutto il ...


L’approvazione degli anticorpi monoclonali anti-PCSK9, Evolocumab ( Repatha ) e Alirocumab ( Praluent ), per l’ipercolesterolemia non-responder alle statine e per l’ipercolesterolemia familiare rappre ...